Lido degli Scacchi

Torneo Semilampo

DOMENICA 7 Ottobre 2012

Organizzato dal Circolo Scacchistico Estense con il patrocinio della Provincia di Ferrara.

Commento del ns socio Occari Maurizio
Vi propongo un breve resoconto del semilampo di ieri, organizzato al Lido degli Scacchi dal gruppo che segue i giovani scacchisti ferraresi. Il gruppo è coordinato da Antonio Dentale, ma si avvale dell'attiva partecipazione anche dei genitori di altri giovani; ricordo Berti, Chieregato, Garavelli, con le rispettive mogli, e forse dimentico qualcuno, che spero vorrà perdonarmi.

Il torneo si è svolto presso il campeggio Florenz, i cui proprietari hanno gentilmente messo a disposizione due ampie sale rivelatesi persino troppo spaziose per i 56 partecipanti; tanto che che dal secondo turno siamo stati sistemati in un'unica sala, ed eravamo comunque più che comodi. All'inizio del torneo è stato osservato un minuto di silenzio in memoria del figlio dei proprietari, tragicamente scomparso in un incidente stradale l'estate scorsa.

La partecipazione dei ferraresi al torneo è stata veramente massiccia: 23 giocatori sui 56 iscritti (il 41%). Il livello tecnico generale era senza dubbio considerevole: quasi un quarto dei giocatori vantava un elo rapid superiore a 2.000. Il n. 1 era il 34-enne ucraino Grigory Seletsky, accreditato di un elo rapid di 2.525. Durante il torneo correva voce che fosse Maestro Internazionale, ma ad un controllo sul sito della Fide risulta essere "solo" Maestro Fide, con un elo di 2318. Seguivano, in ordine di elo, i soliti forti bolognesi: Scalcione, Cocchi, Gilevych.

Ma la maggiore sorpresa del torneo è rappresentata dal graditissimo ritorno sull'agone scacchistico di due vecchie conoscenze ferraresi: i due Massimo, di cui si erano praticamente perse le tracce: Marchini e Gesualdo. Alcuni di coloro che leggeranno questa mail non li hanno neppure mai visti, tanto è il tempo trascorso dalla loro uscita dalla scena scacchistica ferrarese. Se Gesualdo ha fatto talvolta qualche fugace apparizione, del buon Marchini io stesso non avevo notizie da diversi anni, tanto che mi chiedevo se avesse conservato almeno in parte l'antica passione per in nobil giuoco. La risposta è sì.

Il torneo è stato vinto (verrebbe da dire stravinto) dall'ucraino n° 1 del tabellone, che ha pattato solo con Cocchi e vinto tutte le altre partite. Per la verità, ciò che si vede dal tabellone è un poco fuorviante. Intatti, anche se sulla carta sembra che Seletsky abbia stravinto, lasciando agli avversari solo le briciole, ciò che è accaduto sulla scacchiera ridimensiona alquanto la sua prestazione. Indubbiamente è un giocatore forte e rapido (2.525 punti non si ottengono per caso), ma deve ringraziare la sua buona stella per come sono andate le partite con Scalcione (che ha perso per una indecorosa cappella), con il sottoscritto (che è riuscito a perdere un finale almeno patto), e soprattutto con Brancaleoni. Questi aveva una posizione molto promettente, con un attacco diretto sul Re avversario, quando non ha visto il più banale degli attacchi doppi, che gli avrebbe fatto perdere una Torre netta. Ma stava così bene che Seletsky, prima di mangiare la Torre, ha preferito sacrificare un Alfiere per limitare le possibilità di attacco dell'avversario. Ciononostante, Brancaleoni riusciva comunque a mantenere delle minacce sul Re avversario, fino a quando l'ucraino non ha trovato il bandolo, chiudendo il discorso con il matto. Dunque, il vincitore si è dimostrato forte ma non irresistibile. In ogni caso, onore al merito!

Da segnalare l'ottimo piazzamento dei giovanissimi Anna Dentale e Massimo Maestri, che hanno chiuso entrambi con 5 punti (!). Anna si è presa la soddisfazione di piazzarsi davanti al fratello Raffaele (4,5 punti), mentre Massimo è arrivato primo della fascia G. Confidiamo in un costante miglioramento dei nostri giovani, che consentirà quel ricambio generazionale che tutti auspichiamo.
Occari Maurizio

Vedi dettagli Torneo lido scacchi 2012 - classifica e tabellone.doc